Mons Roni Cannitum 2019 Cantina Giara

€.14.90

Produttore: Cantina Giara

Regione: Puglia

Zona di Produzione: Jazzo di Stefano, Adelfia (Bari)

Vitigni: Verdeca 70%, Malvasia 20%, Moscatello Selvatico 10%

Gradazione: 10,5% vol

Formato: 0,75L

Vinificazione: raccolta delle uve nel mese di settembre. I grappoli vengono diraspati e messi a fermentare spontaneamente in contenitori di acciaio. Il periodo di fermentazione e macerazioen è di circa 6/9 giorni a temperatura non controllata. Il vino non subisce alcuna chiarifica nè filtrazione. 

Affinamento: minimo di 12 mesi in contenitori di acciaio da 500 litri.  

Note: sentori erbacei, frutta esotica, note agrumate di macchia mediterranea e spezie. Sapore fresco, sapido e delicato. Ottima bevibilità. 

Bottiglie Prodotte: 1500 circa

Temperatura di servizio: 10-12° C

Cantina Giara

Esiste un luogo che è fatto di distese erbose e alberi da frutto, vecchie vigne e porzioni di sottobosco. E’ Jazzo di Stefano, una contrada adelfiese raggiungibile tramite la nota Via di Jazzo Sacchetti (u’azzecchette!), un morso di parco che la Famiglia Nicassio ha destinato alla coltivazione di uva da vino, ancora oggi viva e florida..

Cantina GIARA è una piccola azienda agricola vitivinicola a conduzione familiare legata alla produzione e alla valorizzazione sia del Primitivo che della Verdeca - Malvasia bianca – Greco - Fiano e Moscatello selvatico.

La viticoltura dell’azienda è solo biodinamica: i metodi sono tradizionali, trattamenti ridotti al minimo. E’ esclusa totalmente la chimica di sintesi.
Sposare la politica d’agricoltura biodinamica significa dare benefici reali al suolo e all’equilibrio della vigna.

I vigneti situati su terreni calcareo-argillosi, sono a tendone (vecchio impianto/60 anni) e a spalliera alta, con rese molto contenute (da 35 a 45 quintali/ettaro); la vendemmia è solo manuale in cassette da 10 kg. tra circa fine settembre e fine ottobre. Sono infatti i 231 metri di altitudine sul livello del mare, con le loro importanti escursioni termiche quotidiane tra il giorno e la notte, a conferire alle uve l’importante patrimonio aromatico che danno a queste uve una notevole freschezza espressiva.