Fatto Coi Piedi 2017 Filarole Az.Agr.

€.17.00

Produttore: Filarole Az.Agr.

Regione: Emilia Romagna

Uvaggio: Malvasia Aromatica di Candia 40%, Ortrugo 40%, altre varietà 20%

Gradazione: 13% vol

Formato: 0,75L

Vinificazione: cernita manuale dei grappoli prima della pigiatura, fermentazione spontanea senza nessuna aggiunta in tino aperto fuori cantina. Macerazione di 20 giorni con frequenti follature. Svinatura a fermentazione ultimata. Nessun travaso. Imbottigliamento manuale senza aggiunta di solfiti, in bordolese leggera. chiusura con sughero naturale e cera d´api.

SO2 Totale: 13 mg/l

Temperatura di servizio: 15° C

Abbinamenti: si accompagna bene a primi saporiti senza pomodoro, ottimo con carbonara e risotto allo zafferano. Ideale con gamberi o gamberoni sfumati con lo stesso vino. Si abbina a piatti di pesce crudo affumicato (spada o tonno), pesci importanti al forno, pesce azzurro, arrosti con carni bianche e carni bianche speziate come pollo al curry, coniglio all´orientale e alla cucina asiatica in generale. Ottimo con salumi grassi come lardo e pancetta.

Filarole Az.Agr.

L’Azienda Agricola Filarole sorge sulle colline di Pianello Val Tidone, nell’ultima valle delle colline piacentine. Il progetto nasce per ridare vita ad un territorio che negli anni è stato sempre più abbandonato.

La passione per il vino di Barbara e Paolo li ha portati ad acquistare una vecchia vigna(Vigna Gabbiano) circondata per l’appunto da coltivi abbandonati e praticamente diventati bosco. Hanno scelto di seguire un modello di agricoltura biologica, di non estirpare le vecchie viti, di rimpiazzare quelle mancanti con barbatelle autoprodotte con materiale genetico proveniente dalle loro piante madri.

Dopo un primo anno di sperimentazione sono state presi in affitto altri due ettari di vigna abbandonata da diversi anni, Vigna di Ca Nuova Pisani, un luogo mozzafiato, con un ottima esposizione e adatto alla produzione di uva di grande qualità dove sono state impiantate le 4 classiche varietà piacentine: Barbera, Bonarda, Malvasia Aromatica di Candia e Ortrugo.

In dialetto piacentino i filari di una vigna sono i filarol e quando le vigne sono piccole e composte da poche filari anche la vigna viene indicata con questa parola. Da qui il nome dell’azienda.