Gargānte 2016 Nevio Scala Az.Agr.

€.10.90

Produttore: Nevio Scala

Regione: Veneto  

Vitigno: Garganega

Gradazione: 11,50% vol

Formato: 0,75L

Vinificazione: dopo la raccolta manuale, le uve portate in cantina vengono diraspate e caricate nella pressa pneumatica. La fermentazione avviene spontaneamente in vasca di acciaio senza aggiunta di lieviti selezionati. Dopo un periodo di affinamento di circa 5 mesi sui lieviti in vasca di cemento, al momento dell´imbottigliamento viene aggiunto mosto di uva garganega passita che permette una nuova fermentazione in bottiglia. L´imbottigliamento viene effettuato senza aggiunta di solfiti.

SO2 Totale: 9 mg/l

Nevio Scala

L’azienda agricola e vitivinicola Nevio Scala č parte di un progetto pių ampio nato dalla volontā di rilanciare l’azienda di famiglia situata ai piedi dei colli Euganei, nella pianura bonificata da stagni e paludi a partire dal lontano basso medioevo. L´azienda agricola č in fase di conversione biologica: vengono adottate pratiche agronomiche che non prevedono l’utilizzo di prodotti di sintesi chimica e che sono inserite in un modello di produzione che eviti lo sfruttamento eccessivo delle risorse naturali (suolo, acqua, aria), utilizzando invece tali risorse all’interno di un modello di sviluppo sostenibile nel tempo, economicamente, biologicamente, ma anche socialmente come parte della responsabilitā d’impresa. I seminativi, a rotazione per una gestione equilibrata delle risorse, includono frumento, orzo e farro, mais, colza, medicaio, soia, canapa, pisello proteico, favino; sono previste colture intermedie per il reintegro delle sostanze nutritive come i sovesci - di brassicacee, leguminose, graminacee e essenze mellifere - che vengono interrati per la produzione di humus.

Parte dell’azienda (circa 3 ha) č designata al rimboschimento, in una zona in cui gli alberi, nel corso dell’ultimo secolo, hanno dovuto forzatamente cedere il passo alle colture promosse dall’agricoltura industriale. La zona umida (ulteriori 3 ha) contribuisce alla creazione di un organismo agricolo complesso, con la presenza di micro-, meso- e macrofauna inusuale per un territorio agricolo a sfruttamento intensivo ma che era presente fino al secondo dopoguerra.

L’uliveto si estende per 0,6 ha sul monte Lozzo, ad un altitudine compresa tra 95 e 150 m. Le varietā – Rasara, Marzemina, Leccino, Frantoio e Moraiolo, impiantate nel 1997 – producono olive per un olio insieme delicato e piacevolmente piccante.

Il vigneto č composto attualmente da circa 3.4 ha di garganega impiantati nel maggio 2015, 0.6 ha di merlot e 0.5 ha di cabernet franc, messi a dimora nel maggio 2016, 1,1 ha di malvasia istriana e ulteriori 0,5 ha di merlot impiantati nel marzo 2017. Nel 2018 saranno piantate 4200 barbatelle di moscato bianco e giallo e 2000 innesti di marze di vecchie varietā autoctone – Turchetta, Recantina, Pataresca, Corbinona - recuperate da vigneti dei colli Euganei. Per promuovere la biodiversitā l´azienda ha scelto di seminare anche tra i filari del vigneto sovesci di veccia, pisello, favino, facelia, senape, colza, trifoglio e cereali, e al bordo dei vigneti sono state piantate siepi composte da essenze autoctone come il nocciolo, il sambuco, il prugnolo, il sorbo e il biancospino che offrono rifugio e nutrimento ad un’ampia gamma di organismi utili, predatori dei principali parassiti delle colture. In vigneto si utilizzano quantitā minime di rame e zolfo, non si utilizzano prodotti di sintesi e ci si affida a prodotti naturali come l’olio essenziale di arancio o il bacillus Thuringiensis. La prima vendemmia della Garganega č stata effettuata nell’agosto 2016 e ha portato alla vinificazione di tre differenti partite d’uva a progressivo stato di maturazione. Le prime uve sono state mostate per una base spumante che č andata a comporre il rifermentato