Milton Il Signor Kurtz

€.14.90

Produttore: Il Signor Kurtz

Regione: Umbria

Vitigno: Sangiovese

Gradazione: 12% vol

Formato: 0,75L

Vinificazione: pressato direttamente e fermentazione spontanea in vasche aperte. Alla fine della fermentazione affina in acciaio per 5 mesi e poi va direttamente in bottiglia. 

Temperatura di servizio: 14-16° C

"Dedicato a Milton, l´eroe di Una Questione Privata di Beppe Fenoglio, un eroe della resistenza italiana"

Il Signor Kurtz

Il signor Kurtz è il cuore di un romanzo straordinario: Heart of Darkness di Joseph Conrad.
Il Signor Kurtz è Marco Durante.

“Coltivo il mio vigneto su una bellissima collina, in Vallupina sul Lago Trasimeno. E a volte anche in altri luoghi impervi della mia piccola zona. Se le condizioni lo consentono, provo a mettere in discussione le mie idee producendo vino insieme ad altri produttori.
A volte, su richiesta, aiuto anche altri viticoltori a creare vini secondo i loro desideri.

- Mi occupo dell´essenzialità: fare le cose con un gesto puro, disciplinato, incisivo.

- Odio le scorciatoie: l´uso di ausili tecnici che semplificano i processi, l´ossessiva ricerca di un obiettivo stilistico definito. Mi piace la disciplina che libera il processo.

- Odio i vini prevedibili, come quelli che cadono vittime della moda, della tecnica, della paura o delle aspettative. Adoro i vini che attingono energia da se stessi, come se avessero una vita propria.

- Non inseguo mai un progetto enologico: ho idee ma gli ingredienti che delineano il profilo del vino sono la vendemmia, l´uva, la fermentazione spontanea e le mie emozioni del momento.

- Adoro produrre vini liberi di portare con sé tutta l´energia che la natura ha dato loro. E se il loro destino è cadere nei loro abissi, non mi piace fermarli. Adoro contenerli prima che diventino folklore

- Ho una relazione fisica con il vino. Il mio corpo e la mia mente sono sempre con la mia vigna e con il mio vino, fanno parte della vigna e parte del vino. Questo è il privilegio e la dimensione della mia scelta di vita.

- Amo la tradizione, odio la retorica. Odio le radici che ti schiavizzano. Adoro guardare avanti con i piedi ben piantati per terra. Adoro i vini del futuro quando rispettano il tempo.

- Adoro pensare ai miei vini sempre in relazione alla mia tavola: senza cibo non c´è vino, è così semplice.

- Adoro sfidare i miei limiti e i limiti del vino: non uso altra "corda" che il mio naso, le mie mani e il mio cuore.

- Adoro Kurtz, perché Kurtz ha il coraggio di essere la Natura stessa, ma anche Energia, Orrore, Magia. Se metti la Natura in una gabbia, se porti Kurtz a casa, la Natura scompare e Kurtz muore.