Gattaia Pinot Nero 2015 Terre di Giotto

€.26.90

Produttore: Terre di Giotto - Michele Lorenzetti

Regione: Toscana

Terreni: località Gattaia, Appennino Toscano. Limo e argille-calcaree con presenza di arenarie e scisti

Uvaggio: Pinot Nero

Gradazione: 13%vol

Formato: 0,75L

VInificazione: fermentazione spontanea in cemento senza aggiunta di lieviti, enzimi ed altri coadiuvanti enologici. Macerazioni con 80% di raspi per 4 settimane. Nessuna chiarifica o filtrazione

Affinamento: in botti di rovere di terzo passaggio da 225, 300 e 500 litri. Imbottigliamento dopo 24 mesi dalla vendemmia e affinamento in vetro per 12 mesi.

Produzione: 1000-1200 bottiglie

Terre di Giotto

Gattaia, frazione di Vicchio del Mugello, ospita dal 2006 l’Azienda Agricola Terre di Giotto, progetto portato avanti da Michele Lorenzetti, biologo ed enologo, che dal 2004 esercita la professione di consulente in Viticoltura Biodinamica. Numerose sono le sue collaborazioni con varie aziende di tutta Italia (e non).

I terreni sono tra i 500 e i 600 metri di altitudine per un totale di tre ettari, di cui un ettaro di vigneto coltivato a Pinot Nero, Sauvignon Blanc, Rielsing e altre 2000 piante da selezione massale provenineti da vecchi vigneti della Loira, la Ferme de la Sansonniere di Mark Angeli.

I suoli sono quelli tipici dell’Appennino, argillo-limosi calcarei, ricchi in scisti e arenari.

Bellissima è la storia di questa Terra. Già all’epoca dei Medici il Mugello era territorio eletto per la produzione di vino. Nel 1855 Vittorio degli Albizi enologo e originario della Borgogna eredita dal padre un ingente patrimonio terriero tra Arno e Val di Sieve e proprio sull’Appennino comincia le sue sperimentazioni. Pianta decine di ettari di “vigneto esclusivo” sostituendo il Trebbiano con vitigni francesi a maturità precoce con lo scopo non di imitare i vini francesi ma di produrre vini caratteristici in questo territorio che solo i vitigni “nobili” consentono.

Per adesso tre vini prodotti: il Gattaia Bianco, il Gattaia Rosso (Pinot Nero) e il Massimo (Riesling Renano).