Piacenza, Travo.

Shun Minowa

Specialità: Vino bianco

“Vino silenzioso da vigne caotiche”

Giramondo tra Spagna e Cile, si stabilisce in Val Trebbia

Nella storia di Shun Minowa galeotta fu nel 2015 una bottiglia di Ageno 2010 de La Stoppa di Elena Pantaleoni, bevuta insieme mentre entrambi si trovavano in Cile; Shun fu completamente rapito da quel vino unico e dai sapori completamente nuovi che fece radicare in lui l’idea di trasferirsi sui colli piacentini, in Val Trebbia.

Shun laureato in agricoltura con un Master in Biologia, con alle spalle esperienze in Spagna e in Cile, nel 2016 cominciò a lavorare proprio alla Stoppa con Elena e quello che poi è diventato il suo grande maestro e mentore: Giulio Armani da quale ha appreso le nozioni di enologia. Nel 2019 si sposta a Travo dove inizia a prendersi cura di una piccola vigna di 40 anni coltivata ad Ortrugo, Malvasia di Candia e Marsanne.

Saggezza giapponese!

Gli unici trattamenti permessi in vigna sono a base di rame e zolfo e ogni intervento è fatto senza imporsi sulla natura ma con l’obbiettivo di preservare l’ambiente.

“Preservare” è una delle parole chiave per Shun che sembra avere una mission precisa: salvare vigne abbandonate! Per lui la vigna vecchia è quella più capace di riflettere la sua storia attraverso il vino, è perciò un’eredità culturale da preservare.

5% di sconto
sul tuo primo acquisto!

Iscriviti alla nostra newsletter per non perderti l’arrivo di nuovi vini esclusivi e per avere uno sconto del 5% sul tuo primo acquisto!